La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo

La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo
Anche su Instagram

venerdì 22 giugno 2018

Dalla Carminati & Toselli alla Fabbrica del Vapore


carminati e toselli fabbrica del vapore

Apre Mostra Harry Potter a Milano | Dove si trova, orari apertura e costo biglietto | Fino 9 settembre 2018Oggi la Fabbrica del Vapore è, o almeno cerca di essere, un polo di produzione culturale, un esempio di archeologia industriale al servizio della città.
Ma cosa era e cosa rappresentava per Milano quell'intero isolato a due passi dal deposito ATM di via Messina?
Fu qui che nel gennaio del 1899 aprì i battenti la Carminati & Toselli, con il preciso intento di costruire, riparare e vendere materiale rotabile per ferrovie e tranvie.
Il settore era in fortissima espansione, Milano vantava una rete ferroviaria già molto estesa e i tram, dal 1893, anno della loro elettrificazione, erano già parte del tessuto urbano.
carminati e toselli fabbrica del vaporeAll'inizio del 1907 la Carminati, Toselli & C. venne sciolta, e con l'apporto di capitale fresco conferito dai nuovi soci, nacque la "Società Italiana Carminati Toselli", una grande realtà industriale in espansione, che presto arrivò ad occupare l'isolato compreso le vie Messina, Procaccini, Nono e Piazza Coriolano
Nei suoi spazi produttivi, tra i quali lo spazio 6 detto "la Cattedrale" per via dell'alto soffitto, lavorarono fino a 1.300 persone, con una produzione orientata anche verso l'Estero e le Colonie (fornì locomotive alla Ferrovia Eritrea).
Superato il periodo della prima guerra e della crisi degli anni venti, un momento assai florido coincise con l'affidamento da parte di ATM della produzione di oltre un centinaio di vetture tranviarie denominate "1928" (i nostri tram storici ancora circolanti), un vero progetto rivoluzionario che ATM affidò anche ad altri produttori per far fronte alle massicce richieste (lavorarono così su questo modello anche Breda e OM).
carminati e toselli fabbrica del vapore
Equipaggiate con impianti elettrici della TIBB e della CGE (fateci caso, i motori elettrici sono ancora così marchiati) queste vetture entrarono nella storia cittadina.
Precipitata poi in crisi, la Carminati e Toselli venne sciolta nel 1935, e gli edifici industriali furono dapprima affittati e in seguito venduti a differenti società che vi svolsero le più svariate attività, compromettendone l'unità stilistica e la storicità del complesso.
Dal 1999, e questa è storia recente che conosciamo, l’Amministrazione comunale ha trasformato  gli spazi abbandonati in uno spazio fruibile da tutta la città.

carminati e toselli fabbrica del vapore

carminati e toselli fabbrica del vapore

Mauro Colombo
giugno 2018
maurocolombomilano@virgilio.it