La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo

La storia di Milano, i suoi luoghi, i suoi personaggi. Un blog di Mauro Colombo

martedì 29 settembre 2015

La Ca' Brutta




ca' brutta milano (Muzio Barelli Colonnese)


ca' brutta milano (Muzio Barelli Colonnese)Sono terminati in questi giorni alcuni restauri conservativi sull’edificio conosciuto come Ca’ Brutta, all’angolo tra le vie Turati e Moscova, con affacci anche sulle vie Appiani e Mangili.
Il complesso, per abitazioni ed uffici con ingressi distinti, fu realizzato a partire dal 1919 e completato nel 1921, su progetto congiunto di Giovanni Muzio, Pier Fausto Barelli e Vittorino Colonnese

All'epoca, a pochi passi lungo la via Principe Umberto (oggi Turati) si trovava la Stazione Centrale (piazza della Repubblica).


ca' brutta milano (Muzio Barelli Colonnese)

ca' brutta milano (Muzio Barelli Colonnese)

re ca' brutta muzio turati principe umberto

Il cantiere fu aperto spianando l'area fino ad allora occupata dal giardino e dalla villa Ponti poi Borghi: questa fu, nel 1866, una delle  prime costruzioni residenziali che videro la luce in quella zona, un tipico villino che l’architetto Alemagna aveva progettato in stile neogotico.

villino Ponti Borghi ca' brutta (Muzio Barelli Colonnese)
villino Ponti Borghi Ca' Brutta

 Così appariva il villino Ponti-Borghi





Inutile soffermarsi sul perché i milanesi battezzaronobrutta” l’opera del Muzio: essa sollevò un ampio dibattito per lo stile modernista, ma ricco ancora di riferimenti classici, una commistione che evidentemente non suscitò in quegli anni commenti se non dispregiativi. A renderla invisa alla cittadinanza, anche la distruzione di uno dei più romantici giardini della Milano ottocentesca.
Dal punto di vista strutturale, il palazzo, di sei piani più uno arretrato, si segnalò per essere forse una delle prime costruzioni che all’epoca vennero dotate di box sotterranei (ben 45, con accesso mediante montacarichi): una vera chicca e un vero lusso in un momento storico in cui le auto non erano certo un problema per Milano. Riscaldamento centralizzato, dieci ascensori.
Lo stesso Muzio stabilì, al settimo piano, la propria residenza.

ca' brutta milano (Muzio Barelli Colonnese)


Mauro Colombo
settembre 2015
maurocolombomilano@virgilio.it